LASCIATEVI AFFASCINARE DA QUESTI PAESAGGI MICROSCOPICI DI DOLOMITE IN UNA ROCCIA DI DOLOMIA PRINCIPALE

I cristalli perfettamente formati di queste rocce, delle dimensioni di pochi centesimi di millimetro, sono di dolomite. Le parti scure nelle foto sono fatte anch’esse di dolomite, in cristalli molto più piccoli, fino a meno di un millesimo di millimetro. La dolomite è un minerale che si formava comunemente tra i 250 e i 200 milioni di anni fa, quando si formarono le Dolomiti. Il minerale, la roccia (dolomia) e le montagne prendono nome da Déodat de Dolomieu, lo scienziato francese che per primo descrisse la roccia nel 1791. Questa dolomite è sedimentaria, cioè è precipitata dall’acqua marina prima che il sedimento venisse portato in profondità. Si è formata in ambienti

caldi e secchi, simili alle coste della penisola arabica sul Golfo Persico (24°10’10.00″N 54°7’50.00”E). Il gesso si forma oggi nelle sue vicinanze. L’origine della dolomite sedimentaria è in realtà un problema ancora aperto tra i ricercatori. Sebbene le rocce dolomitiche siano molto comuni, sembra impossibile riprodurre le condizioni di formazione della dolomite in laboratorio. Tra i geologi questo enigma è chiamato “the dolomite problem” (il problema della dolomite). Fino al 2012 nessuno era mai riuscito a formare dolomite a temperatura ambiente. La dolomite di alta temperatura, più rara in natura, fu invece sintetizzata in laboratorio già prima del 1850.

Riferimenti:

http://it.wikipedia.org/wiki/Dolomite

http://www.mindat.org/min-1304.html

 

Nome:Dolomia
Classificazione:Roccia sedimentaria chimica
Minerali presenti:Dolomite
Fossili:Nessuno
Località:Rifugio Dibona (46°31'59.78"N 12° 4'27.39"E)
Formazione:Dolomia Principale
Età:Carnico superiore - Norico (circa 230 - 210 milioni di anni)
Ambiente deposizionale:Piattaforma carbonatica (ambiente di mare basso sotto costa)

*) L'ambiente è riferito alla roccia incassante e non al soggetto della fotografia