STUPISCITI CON LE INCREDIBILI GEOMETRIE MULTICOLORE APPARSE GUARDANDO UNA ROCCIA DI CALCITE DELLE DOLOMITI AL MICROSCOPIO

 

Quest’immagine mostra da vicino grossi cristalli di calcite. Le bande colorate sono dovute a geminazioni: quelli che guardati a mano sembrano cristalli compatti, visti al microscopio rivelano lamelle interne in cui gli atomi sono disposti diversamente dal cristallo incassante, e che quindi rifrangono la luce diversamente, mostrando diversi colori d’interferenza. Queste calciti le troviamo dentro a una formazione sedimentaria di circa 240 milioni di anni, 

ma potrebbero essere in realtà trovate anche in altri “contenitori”. Infatti, questa calcite non ha origine sedimentaria ma idrotermale: dopo la formazione della roccia, un’acqua molto calda e carica di sali ne ha attraversato le fratture e le cavità, riempiendole di minerali tra cui la calcite. Questa calcite si formava assieme a galena e blenda (o sfalerite), minerali che a Col Piombin venivano estratti, fino all’inizio del secolo scorso, per produrre zinco, piombo e ferro.

Riferimenti:http://it.wikipedia.org/wiki/Sfalerite

http://en.wikipedia.org/wiki/Galena

 

Nome:Calcite idrotermale
Classificazione:Minerale di origine idrotermale
Minerali presenti:Calcite, Dolomite, Galena, Blenda, Pirite, altri
Fossili:Nessuno
Località:Col Piombin presso Passo Giau (46°28'36.2"N 12°03'42.8"E)
Formazione:Formazione di Contrin
Età:Anisico superiore (circa 242 milioni di anni)
Ambiente deposizionale:Piattaforma carbonatica (ambiente di mare basso sotto costa)

*) L'ambiente è riferito alla roccia incassante e non alla calcite, soggetto della fotografia